Comunicato congiunto ATER- MSA- FREE

10580715 703748309679681 3002877295402568143 o

Fotovoltaico, fine o nuovo inizio?

Oggi termina Un'avventura iniziata 8 anni fa, il Primo Conto Energia nacque nel luglio 2005, il Quinto Conto Energia finisce ufficialmente lo stesso mese del 2013.
Nel 2005 il fotovoltaico era ancora relegato ad una "nicchia" di appassionati, i costi erano proibitivi, poche le aziende che operavano in questo settore. La vera svolta rivoluzionaria era avvenuta nel 2001, quando fu finalmente regolamentata la connessione delle Fonti Elettriche Rinnovabili alla rete elettrica nazionale; il fotovoltaico relegato a piccoli
sistemi in isola poteva finalmente usare la rete elettrica come una batteria, incominciava l'avventura delle Smart Grid.
Negli ultimi 6 anni la produzione di energia elettrica da fotovoltaico è aumentata di 458 volte, poche settimane fa il PUN (prezzo di acquisto dell'energia elettrica sul mercato elettrico) è sceso a 0 per un paio d'ore ( tutta l'energia elettrica nazionale prodotta da Idroelettrico, Fotovoltaico ed Eolico ), gli incentivi hanno fatto crollare il prezzo dei moduli fotovoltaici che ora costano solo il 20% rispetto ai prezzi di 8 anni fa.

Leggi tutto...

Italia Rinnovabile in FESTA

Sabato 26 ottobre a Roma, in via dei Fori Imperiali

 
Per un futuro pulito, l’innovazione ambientale, la riqualificazione edilizia e la ricerca.
Sarà una giornata di festa dedicata all’energia pulita, al sole e al vento, all’efficienza energetica per una migliore qualità della vita.
 
 

Vi aspettiamo per conoscerci e fare 4 chiacchiere all'insegna delle energie rinnovabili.

Presenteremo l'associazione ed i suoi scopi

http://www.facebook.com/groups/associazionetecnicienergierinnovabili/


In collaborazione con MSA - Movimento per lo sviluppo delle energie alternative

Siamo su Facebook....

http://www.facebook.com/groups/Movenal/

 

 
 
 

E’ meglio continuare a bruciare gas e carbone di pochi... o utilizzare risorse rinnovabili per tutti?

 

OGGI ALCUNI IMPIANTI AD ENERGIA RINNOVABILE NON HANNO PIU’ NECESSITA’ DI INCENTIVI PERCHE’ IL RISPARMIO GENERATO, RISPETTO ALL’ACQUISTO DI ENERGIA DA FONTE TRADIZIONALE INQUINANTE E’ GIA’ COMPETITIVO RISPETTO AL PREZZO DI ACQUISTO DALLA RETE.

 TUTTI FELICI QUINDI, PERCHE’ GLOBALMENTE SI INQUINA E SI SPENDE MENO. TUTTI ECCETTO QUEI POCHI CHE HANNO INVESTITO IN GRANDI CENTRALI INQUINANTI E CHE VEDONO EROSA LA LORO ASPETTATIVA DI VENDITA SUL MERCATO DELL’ENERGIA.