Delibera 574/2014/R/EEL

Segnaliamo con piacere che è stata pubblicata dall'Autorità il 21/11/14 la Delibera 574/2014/R/EEL relativa all'integrazione dei sistemi di accumulo di energia elettrica nel sistema elettrico nazionale. Tale provvedimento è da tempo atteso dagli operatori del settore essendo, ad oggi, molti i punti oscuri sulla compatibilità degli impianti di produzione esistenti e la possibilità di accumulare energia, oltre che sulle modalità di accesso alla rete.
L'Autorità ha pertanto aggiornato il "TESTO INTEGRATO CONNESSIONI ATTIVE (TICA)", imponendo ai distributori di rete tempi entro i quali dovranno aggiornare le loro procedure per accogliere sulla rete questa nuova tipologia di impianti.
Nel merito della compatibilità con le tariffe incentivanti, gli unici veri esclusi sono gli impianti in PRIMO conto energia.
La pubblicazione ha preceduto di sole 24 ore il termine massimo entro il quale era possibile presentare osservazioni al CEI (Comitato elettrotecnico Italiano) sui progetti di modifica delle norme tecniche di riferimento CEI 0-16 e CEI 0-21, che completeranno il percorso normativo per rendere ufficialmente e totalmente attuabili gli storage.
A seguito dell'aggiornamento delle Norme CEI l'Autorità potrà fare revisioni o modifiche alla Delibera entro il 31/12/2014, ciò significa che le Norme CEI 0-16 e CEI 0-21 saranno pubblicate entro il mese di Dicembre 2014.

ATER ha partecipato inviando le proprie osservazioni sui documenti CEI in inchiesta pubblica, in particolare nelle definizioni abbiamo riscontrato che vengono stabilite solo due possibili "modalità" di utilizzo dei sistemi di accumulo:

1) COME UPS
2) COME UN GENERATORE, nel qual caso valgono per esso tutte le regole presenti e future applicabili ai generatori statici connessi alla rete elettrica nazionale.

Abbiamo osservato che non c'è alcuno spazio per qualsiasi modalità di utilizzo intermedio, cioè non è definito e non trova considerazione alcuna l'ipotesi di poter installare sistemi di accumulo destinati al solo autoconsumo dell'energia autoprodotta da FER e CAR.
Per questo ATER propone di aggiungere ai progetti normativi i 

- GRUPPI DI GENERAZIONE PER AUTOCONSUMO-
La presenza di un sistema di accumulo dedicato esclusivamente all'autoconsumo dell'energia elettrica in un qualsiasi impianto comporterà che il suddetto sistema di accumulo non possa essere considerato, ai fine delle presenti Norme, come generatore.
Tale sistema potrà essere alimentato da impianti a fonti energetiche rinnovabili e da sistemi di cogenerazione ad alto rendimento, e all'occorrenza anche dalla rete elettrica nazionale; un sistema di interfaccia garantirà che esso non possa mai immettere energia elettrica nella rete di distribuzione oltre il punto di connessione.

Vi rimandiamo al testo della delibera per un'attenta lettura..

AEEG- Delibera 574/2014/R/EEL